facebook gooplus twitter youtube pinterest

testata-interna

Ho lavorato in questo elaborato sulla ricostruzione del percorso cinematografico e del lavoro che ne consegue fatto  nei week end antropologici di Tragliata proposti prima da Alessandro Papi e Luciana Margani e poi da loro e la scuola di Art Counseling fondata da Massimo e Giuliana Calanca con la partecipazione degli allievi e di tutti coloro che hanno voluto far parte del lavoro.
Io mi sono trovata a partecipare prima come paziente di Papi e poi anche come allieva della scuola.
Ho ricostruito la struttura dei week end, le tematiche trattate tramite i film proposti con tutte le locandine dall’inizio a oggi.
Ho poi voluto parlare del collegamento tra arte e terapia ed intervento nel sociale come avviene nella scuola.
Ho presentato la struttura della scuola nel suo corso triennale.
Nella tesi tramite l’approfondimento della proposta del gioco della sera del sabato  nei week end a Tragliata degli allievi ho avuto modo di approfondire le tematiche della coralità, del potere individuale e corale e del Sé.
Nel lavoro ho voluto esporre gli strumenti creativi usati ed il processo di trasformazione attraverso la libertà, l’identità e l’amore che si mette in atto.
Parlo nella tesi dei vari momenti di unione e condivisione a Tragliata e anche della separazione con gratitudine  che avviene portando via dal week end un progetto.
 

Alessia Censi

Ha conseguito la maturità classica, ha frequentato la facoltà di psicologia e si è diplomata all’Istituto di Psicoterapia Analitica della Sophia University of Rome. Ha inoltre frequentato presso l’Aspic il corso di Counseling Individuale. Ha partecipato a vari congressi di sophianalisi in Italia e all’estero. Per molti anni ha partecipato ai week end esistenziali di Antonio Mercurio e ai week end antropologici e di sophia-art di Tragliata.
Per otto anni ha lavorato in un settore marketing in cui le competenze psicologiche erano finalizzate alla vendita. Impegnata nel volontariato in casa famiglia con bambini e ragazzi dai 4 ai 18 anni con attività di animazione, di sostegno ai compiti scolastici, di ascolto dei ragazzi e, ultimamente, con visione di film e dibattito.
Partecipa da alcuni anni agli incontri dell’ARCI-Gay, in cui cerca di portare il contributo del proprio lavoro analitico di tanti anni nella ricerca e nell’amore per la propria identità.

 

Richiedi informazioni sulla scuola