facebook gooplus twitter youtube pinterest

testata-interna

Scuola di Art-Counseling di CinemAvvenire
Fondatori Massimo Calanca e Giuliana Montesanto 

Direttore Didattico Massimo Calanca

Direttrice Scientifica Giuliana Montesanto

Corso triennale
per il conseguimento del diploma di art-counselor professionista
riconosciuto dalla FAIP Counseling

Il counseling è una professione in grado di favorire lo sviluppo delle potenzialità, qualità e risorse di individui, gruppi e organizzazionidisciplinata dalla legge n. 4 del 14 gennaio 2013.
L’art-counselor è un operatore sociale e culturale che utilizza l'arte ed il cinema come strumenti di intervento nella relazione d'aiuto e per la crescita della persona.
Sono aperte le iscrizioni
Anno Accademico 2014

Inizio: 25-26 gennaio 2014*

La scuola è aperta ai diplomati (scuola superiore) e ai laureati

Il piano didattico prevede:

  1.  una formazione teorica comprensiva di:
  • una parte generale: antropologia, filosofia sociale, sociologia; evoluzione e sviluppo dell’individuo, il comportamento dell’individuo nei vari contesti sociali (famiglia, scuola, lavoro, ecc.); teorie e tecniche della comunicazione;
  • una parte specifica:  la relazione d’aiuto a mediazione artistica e creativa; antropologia esistenziale, teoria della persona, sophia-analisi e  sophia-art, counseling della coppia, della famiglia e del lavoro; storia ed epistemologia del counseling; elementi di psicodinamica e di psicologia; elementi di psicopatologia per il counseling; fondamenti di etica e deontologia professionale; diritto e gestione della professione; metodologie e tecniche dell’ascolto; teorie e tecniche dei gruppi; il gruppo antropologico; il cinema e l’arte di vivere;

         2.     attività laboratoriali:

  • laboratorio leggere il film; laboratorio dal soggetto al film; laboratorio teatrale; laboratorio corporeo, creativo espressivo; laboratorio di scrittura e autobiografia; laboratorio di alfabetizzazione emotiva; laboratorio di fotografia, ecc.

         3.     un training pratico

         4.     un tirocinio

         5.     un percorso personale individuale e di gruppo

La scuola ha una durata triennale e prevede n 190 ore l’anno per un totale di 570 ore in 3 anni. A queste ore vanno aggiunti il training pratico, il tirocinio ed il percorso personale individuale e di gruppo.
E' previsto un colloquio di ammissione e un esame al termine di ciascun anno.
La frequenza è obbligatoria. Alla fine del terzo anno è prevista una tesi per il conseguimento del diploma di art-counselor per l’esercizio della professione in base alla legge n. 4 del 14 – 01- 2013.
Le lezioni sono concentrate nelle giornate di sabato e di domenica (ore 8 + 8), un week end al mese, più due week end esperienziali residenziali l’anno.

* se si raggiunge un numero congruo di iscritti

Per informazioni:  06.44362602 (tel. e fax) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L'arte e il cinema per l'intervento sociale e la crescita della persona.

L’associazione CinemAvvenire, sulla base della sua esperienza ventennale, ha attivato fin dal 2005 una scuola di Art-Counseling, per la formazione di operatori sociali e culturali, Art-Counselor, che utilizzano l'arte ed il cinema come strumenti di intervento sociale ed esistenziale, nella relazione d'aiuto e per la crescita della persona.

La musica, il teatro, la poesia, la scrittura, la danza, il disegno, la pittura, la scultura, la fotografia e soprattutto il cinema, che unifica nel suo linguaggio le varie arti, possono essere - sia attraverso la fruizione consapevole e guidata, sia attraverso il loro uso attivo ed espressivo - anche strumenti di un percorso di crescita, di trasformazione individuale e di intervento sociale, che migliorano la qualità della vita delle persone e dei gruppi ed aiutano ad esprimere la creatività e a realizzare il proprio progetto esistenziale.

L'esperienza di CinemAvvenire, sia nella scuola, che alla Biennale di Venezia, che nel tessuto sociale, ha evidenziato le potenzialità educative, formative e trasformative di un rapporto consapevole con l'arte e, in particolare, con il cinema di qualità e con il linguaggio cinematografico e audiovisivo. Dalle opere d'arte e dal cinema, infatti, possono essere tratti spunti, suggestioni e occasioni di riflessione sui valori umani, che “possono aiutare a capire la vita e a viverla meglio”, come diceva il nostro presidente fondatore Gillo Pontecorvo. E l’uso attivo e creativo dei linguaggi artistici, e in particolare di quello cinematografico, adiovisivo e multimediale, può aiutare le persone e i gruppi a trasformare il disagio e il conflitto e a maturare esistenzialmente e socialmente e ad avviare un processo di riflessione e di conoscenza di sé.

La scuola di art-counseling di CinemAvvenire fa parte dell’associazione FAIP counseling.

Il counseling è una professione disciplinata dalla legge n. 4 del 14 gennaio 2013.