facebook gooplus twitter youtube pinterest

testata-interna

Per sviluppare una relazione d’aiuto sia individuale che in gruppo nella professione di art-counselor è necessario che l’allievo sottoponga a verifica le proprie capacità mentali ed emotive.
Saper fare da consulente a persone che devono prendere decisioni  importanti per la propria vita richiede capacità di giudizio lucido, autonomo e sereno .
Per questo la Scuola prevede  un percorso specifico grazie al quale l’allievo impari a relazionarsi empaticamente e ad interagire “da persona a persona”, a comunicare con chiarezza e direttamente, a superare schemi mentali preconcetti e ad ascoltare l’altro e gli altri senza pre-giudizi, a riconoscere e saper gestire le emozioni proprie ed altrui, a comprendere e ad utilizzare la comunicazione verbale e non verbale; e, per quanto riguarda il gruppo,  a sapersi confrontare con i problemi della leadership e dell’esclusione, dando valore all’identità di ciascuno e alla coralità e facendo emergere la creatività.
La Scuola prevede perciò, secondo le indicazioni della FAIP Counseling, un percorso personale individuale e di gruppo.
Inoltre sono previsti momenti di supervisione in caso di necessità durante il corso triennale o, dopo il diploma, durante lo svolgimento della professione.  
Percorso individuale: minimo 60 ore
Percorso di gruppo: minimo 120 ore
Supervisione: minimo 20 ore

Il Tirocinio e le esperienze pratiche. Attività e competenze di counseling
Sulle materie del corso e sull’attività pratica dell’ art-counselor saranno svolte esperienze di tirocinio sia a scuola che sul campo, nelle quali gli allievi saranno affiancati da tutor esperti e sostenuti dalla supervisione, per un minimo di 70 ore.

Gli esami
Durante gli anni di corso gli studenti svolgeranno attività teorico-esperienziali di verifica, anche attraverso scritti, volte a valutare l’approfondimento delle varie discipline e la maturazione conseguita.
Alla fine di ogni anno di corso, inoltre, è previsto un colloquio ed un esame di verifica sia del percorso formativo che personale.
A conclusione del triennio l’allievo dovrà svolgere una tesi e sostenere un esame conclusivo alla presenza di un commissario FAIP Counseling per il rilascio del diploma di Art-Counselor.

Il titolo finale
Al termine del corso di studi, successivamente al superamento dell’esame finale, la scuola di Art counseling di CinemAvvenire rilascerà un Diploma di Art-Counselor, riconosciuto dalla F.A.I.P.  Counseling per l’iscrizione all’Albo Nazionale dei Counselor FAIP.

Formazione permanente
La FAIP counseling, secondo la legge n. 4 del 14.01.2013,  stabilisce e  cura il regolamento della formazione permanente validi per tutti i soci.
Le ore annuali minime previste dopo il percorso triennale sono …..
A tale scopo la Scuola di Art counseling di CinemAvvenire prevede vari momenti e attività:
I week end residenziali esperienziali di Tragliata
La partecipazione ad alcuni dei laboratori indicati dalla scuola
Il corso di counseling individuale svolto dalla scuola
La partecipazione ad attività formative di altre scuole della FAIP concordate con la scuola di formazione
La partecipazione a corsi, master e specializzazioni di alto livello (Università, Centri di formazione specialistici, ecc.) sempre in accordo con la scuola di formazione e con la Commissione Tecnico Scientifica e della Formazione Permanente della FAIP Counseling, a seconda dei campi di intervento e delle materie di specializzazione per conseguire ulteriori livelli di formazione nell’attività di Counseling.

Richiedi informazioni sulla scuola